FORLI’: Incendio “Il Gigante”, sei rinvii a giudizio – VIDEO

Era circa l’una di notte del 9 marzo 2013 quando la città di Forlì fu impressionata dal devastante incendio, con fiamme visibili a chilometri di distanza, che distrusse quasi completamente il noto Centro Commerciale “Il Gigante”. Oggi, ad un paio d’anni di distanza, è tutto pronto per l’avvio del processo, previsto per il 2 dicembre prossimo, giorno in cui si svolgerà l’udienza preliminare davanti il gip Monica Galassi.

In vista di questo appuntamento, il sostituto procuratore Federica Messina, che ha ereditato il fascicolo dalla collega Marilù Gattelli, ha formulato ben sei richieste di rinvio a giudizio. In particolare, la procura ritiene responsabili di varie irregolarità due soci ed un dipendente della ditta da cui è partito l’incendio, insieme ad altri tre, tra ingegneri e progettisti del tetto della struttura e dell’impianto fotovoltaico.

Le accuse variano da incendio colposo a falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità. Secondo quanto ricostruito all’epoca dai vigili del fuoco, che rimasero impegnati per decine di ore, il rogo fu causato dal malfunzionamento di un carrello elevatore lasciato erroneamente in ricarica, il quale una volta incendiatosi, avrebbe favorito il propagarsi dell’incendio in tutti i capannoni tra cui alcune bombole di gas per la refrigerazione che ovviamente erano poi esplose.

La procura contesta l’assenza degli adeguati impianti anti-incendio, mentre per progettisti di tetto e impianti fotovoltaici si contestano i mancati accorgimenti che avrebbero potuto evitare il dilagare del fuoco con danni così ingenti.

Condividi.

Notizie correlate