FORLÌ: Omicidio di Modigliana, alla sbarra il presunto complice dell’assassino – VIDEO

Sarebbe stato a fianco del suo connazionale durante il brutale omicidio del pastore Vasile Gabar a Modigliana. Mihai Cozma, 48anni, ora rischia la condanna per ergastolo. Vasile Gabar, 58 anni, fu trovato morto il 14 luglio del 2010, coperto da un telo cerato e con polsi e gambe legate, dal padrone del podere dove lavorava.   Per questo omicidio, nel 2013 le attività di indagine avevano condotto all'arresto, in Romania di, Catalin Balaban che era scappato nel suo paese per fuggire all'arresto. Per lui, l'anno successivo arrivò la prima condanna a 30 anni di carcere, cioè il massimo previsto a causa della richiesta del rito abbreviato. Ieri davanti al giudice è toccata a Cozma, ritenuto complice del delitto, anche lui, all'epoca dei fatti, scappato in Romania per sfuggire al carcere. Durante l'udienza  si è cercato di ricostruire quanto accaduto nella notte delitto. Dall'altro lato la difesa ha dichiarato Cozma estraneo ai fatti cercando di indirizzare i sospetti verso i componenti della famiglia di Balaban, che ora si trova in carcere. La famiglia di Balaban,che risiedeva a Dovadola, è  rientrata di fretta in Romania il giorno dopo il delitto, aveva avuto dei forti dissapori con la vittima. Alla difesa è stata data al possibilità di sciogliere le riserve sul materiale probatorio entro il 25 luglio. Il processo, invece, è stato aggiornato al 21 settembre. 

Condividi.

Notizie correlate