FORLÌ: Omicidio Gabar, confermati i 30 anni per Balavan – VIDEO

Era il 14 giugno del 2010 quando a Modigliana, comune del forlivese all'inizio dell'appennino romagnolo, un pastore 58enne, Vasile Gabar, fu trovato morto nel suo podere. Subito fu chiaro che era stato un omicidio, con l'uomo rivenuto legato mani e piedi, incaprettato e sfigurato da decine di colpi di bastone. Nel 2013 le attività di indagine portarono all'arresto in Romania di un altro pastore, Catalin Vasile Balavan che era scappato nel suo paese di origine per fuggire all'arresto. L'anno successivo arrivò la prima condanna a 30 anni di carcere, cioè il massimo previsto a causa della richiesta del rito abbreviato che prevede la riduzione della pena di un terzo. Oggi la Cassazione ha confermato tale condanna, lasciando quindi l'uomo in carcere a scontare la pena. Intanto prosegue il processo per Mihai Cozma, l'uomo arrestato nel giugno del 2015 con l'accusa di essere stato il complice di tale delitto. Anche lui era fuggito in Romania sperando inutilmente di poterla fare franca. Per il presunto complice la data dell'udienza è stata fissata per l'8 luglio prossimo. Un omicidio efferato quello di Modigliana che impressionò non poco l'opinione pubblica. I motivi non sono stati ancora chiariti del tutto ma pare che a scatenare la furia omicida del Balavan siano stati alcuni dissapori con la vittima relativamente ad alcune proprietà.

Condividi.

Notizie correlate