FORLÌ: Sonora condanna per l’agricoltore “stupefacente” di Cesenatico – VIDEO

Tre anni e quattro mesi di carcere, con rito abbreviato, e 3000 euro di multa. Questa la sonora condanna inflitta ad Aldo Zavalloni, quell'agricoltore di Cesenatico che al posto di ravanelli e ortaggi aveva deciso di coltivare marijuana. Questo l'epilogo di una vicenda che aveva colpito molto l'opinione pubblica romagnola grazie ad una maxi operazione portata a termine dalla polizia del Commissariato di Cesena. Era lo scorso gennaio quando gli agenti, diretti dal dirigente Michele Pascarella, scoprivano in quelle terre una quantità davvero incredibile di sostanza stupefacente. In un primo momento furono rinvenuti 88 chili di cannabis, divisi in diversi confezionamenti, fatti sia di piante essiccate che di materiale pronto al consumo. In un secondo momento, nella stessa struttura, furono poi sequestrati altri 710 chilogrammi di piccoli arbusti per un valore totale, se venduto, di almeno 260mila euro. Secondo la polizia, il coltivatore non si rivolgeva ai singoli consumatori, bensì a precisi intermediari che avrebbero poi smerciato la droga al dettaglio. La condanna arriva dopo che l'uomo ha mantenuto la linea del silenzio, non spiegando nei dettagli agli investigatori questa svolta “stupefacente” dei suoi terreni.

Condividi.

Notizie correlate