RAVENNA: Tentano di sfondare bancomat col muletto e fuggono | VIDEO

I malviventi sono tornati a visitare la filiale della banca Unicredit di Mezzano, nel ravennate. A circa un anno di distanza dal giorno in cui un dipendente dell'istituto, aprendo la porta della banca si trovò davanti due malviventi armati che si fecero consegnare il denaro con la minaccia delle armi e fuggirono con l'auto che avevano parcheggiato nel garage di fianco alla filiale, questa volta giovedì mattina verso le 7 i passanti si sono accorti di un muletto parcheggiato di fianco alla banca. Un mezzo insolito che ha creato sospetti, visto che nessuno stava lavorando o facendo manutenzione e così sono stati chiamati i carabinieri. Nel giro di poco tempo è stata effettuata la ricostruzione da parte dei carabinieri, intervenuti da Ravenna col capitano Davini, di quello che è stato un tentato scasso del bancomat, avvenuto verso le 3 di notte.  Poco distante è stato trovato un furgone, risultato essere stato rubato da un'azienda del lughese, un pallet ed una sponda di un camion, la cui provenienza non è chiara. Il muletto sarebbe stato utilizzato come ariete nel tentativo di sfondare lo sportello per i prelievi di denaro, ma lo scarso spazio tra la strada e la banca e il marciapiede non hanno permesso al mezzo di acquisire la necessaria velocità per poter portare il risultato sperato dai malviventi. A quel punto i ladri hanno posteggiato il mezzo di fianco alla banca e se ne sono andati. Le persone che vivono nell'abitazione al primo piano della banca avrebbero riferito di aver sentito alcuni rumori durante la notte, ma essendo la struttura a ridosso della statale Adriatica, hanno ritenuto fosse la consueta confusione di una strada trafficata anche durante le ore notturne. L'allarme della banca non è scattato e ora i carabinieri cercheranno di fare luce sull'episodio, nel tentativo di risalire all'identità dei malviventi.

 

 

Condividi.

Notizie correlate