MISANO: Risolto il caso dei tre cadaveri ritrovati in una villetta di Villaggio Argentina – VIDEO

A oltre un anno di distanza dal ritrovamento dei cadaveri, è stato risolto il giallo di Misano Adriatico. La famiglia di sudamericani, ritrovata senza vita in una villetta di Villaggio Argentina, sarebbe vittima di una tragedia causata da un incidente. Secondo la perizia del consulente del pm, la 44enne Adriana Stadie e la figlia Sophie sono morte a causa del monossido di carbonio fuoriuscito da una stufetta posta in camera da letto. Una volta rientrato a casa, Alvaro Alonzo Cerda Cedeno, aiuto cuoco 35enne originario dell’Equador, alla vista dei corpi della compagna e della figlia avrebbe deciso di farla finita tagliandosi le vene con alcune lamette.

Gli inquirenti hanno appurato che il tasso di gas letale nel corpo dell’uomo fosse inferiore a quello necessario per uccidere. La stufa tuttavia non è stata ritrovata all’interno della stanza: secondo la ricostruzione del pubblico ministero, l’uomo preso dalla disperazione ha gettato l’apparecchio fuori casa e poi è rientrato per togliersi la vita. I corpi sono stati ritrovati solo due mesi dopo. Vista la dinamica ipotizzata, il pm ha richiesto l’archiviazione del caso, non essendo state rilevate implicazioni di persone terze rispetto ai coinvolti.

 

Condividi.

Notizie correlate