RAVENNA: Addio “Ciuffolino”, Lugo e il volley in lutto – FOTO

Una vita spezzata all’improvviso. Un incidente stradale, gravissimo e per lui non c’è stato più nulla da fare: Gianluca Ciuffoli è morto ieri mattina, vittima di quel maxi tamponamento a catena causatosi sulla A14 bis a causa della fittissima nebbia. Proprio oggi avrebbe compiuto 20 anni: “Ciuffolino (così lo chiamavamo noi dirigenti per distinguerlo dal fratello più grande) aveva bruciato le tappe – spiega Enrico Spada, presidente dell’InVolley, club di cui Gianluca era una delle più promettenti speranze -. Dopo una breve apparizione nelle giovanili si era messo di impegno tre anni fa per recuperare il tempo perduto e la sua incredibile passione per la pallavolo aveva preso il sopravvento: un terzo posto nella Under 19 regionale, due stagioni in serie D con la promozione sfiorata lo scorso anno e tante prestazioni sopra le righe che ne facevano una promessa del volley di casa nostra. Una passione che si manifestava ad ogni ora, con partite di beach e sfide su campetti di fortuna, con compagni ben conosciuti però che ne hanno imparato ad apprezzare tutte le qualità e che adesso si accorgono quanto fosse importante la sua presenza ed il suo sorriso. Il suo sorriso che era stato anche il nostro quando, sabato scorso, era entrato a partita iniziata contro Sant’Antioco ed aveva giocato con autorità quasi quattro set in B1 in situazione di difficoltà ed aveva contribuito al successo al tie break. In campo c’erano contemporaneamente, assieme a Gianluca, Guido Dirani, Giulio Sasdelli, Fabio Garavini e l’amico più stretto, Mirco Dalmonte e l’orgoglio di vedere così tanti ragazzi che consideriamo “nostri” competitivi a questi livelli era enorme”. Ora però è cambiato tutto: la perdita di Gianluca ha toccato nel profondo Spada come tutte le persone che conoscevano questo ragazzo e che gli hanno voluto bene in questi anni: “Adesso lo scenario è completamente diverso, senza un perché, senza risposte. Gianluca vivrà per sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti, ci impegneremo a fondo per organizzare qualcosa che lo ricordi, ci affideremo al suo sorriso nei momenti difficili, ci ricorderemo che “alla prossima ci passi sopra” come era solito dire all’amico Mirco. Ci proveremo a passare sopra al muro, da oggi in poi, caro Gianluca, con tutte le forze”. Anche Luca Casadio ha voluto testimoniare il proprio cordoglio: “La scomparsa di questo ragazzo è un terribile lutto per tutta la famiglia del Volley. Sono profondamente colpito e desidero esprimere la vicinanza alla famiglia di Gianluca a nome di tutta la Porto Robur Costa”.

Condividi.

Notizie correlate