wpid-droga_cc_ra.jpg

RAVENNA: Arrestato il pusher della coca, ben 9 dosi nell’accendino

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, nel corso della nottata di venerdì 18 dicembre, hanno tratto in arresto un uomo, con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio e munizioni di vari calibri senza titolo.

L’uomo è un 45enne originario della provincia di Agrigento, ma residente da lungo tempo nella frazione ravennate di Lido Adriano già conosciuto ai militari operanti per i numerosi precedenti specifici.

Nel corso di un mirato servizio di controllo del territorio, una pattuglia dei Carabinieri di Lido Adriano, ha riconosciuto il soggetto nei pressi di un noto bar della frazione ed ha deciso di procedere al controllo; l’atteggiamento che l’uomo ha tenuto per tutte le fasi dell’accertamento ha insospettito i militari al punto che, grazie all’intuito e all’esperienza, hanno ritenuto necessario operare una perquisizione. In un primo momento l’accertamento sembrava essere andato a vuoto, ma grazie alla sagacia dei Carabinieri operanti è stata finalmente ritrovata la droga: era occultata all’interno di un particolare accendino. Si trattava infatti di un modello con una cover amovibile, sotto la quale veniva celata una intercapedine: in quel piccolo spazio, venivano rinvenute ben 9 dosi di cocaina. A quel punto, caduti tutti i dubbi, i controlli si sono fatti più serrati ed hanno portato al rinvenimento di una somma, occultata nella tasca della giacca, tale da poterla ritenere provento dell’attività di spaccio e da porla sotto il vincolo del sequestro.

La perquisizione è stata estesa anche al domicilio del siciliano dove, oltre ad altra droga, ulteriori 24 dosi già preconfezionate, e il kit per il confezionamento del perfetto pusher, sono stati ritrovati diverse munizioni di arma da fuoco di due differenti calibri: l’uomo, che non è risultato intestatario di armi a qualsivoglia titolo, non ha fornito spiegazioni in merito. I Carabinieri hanno dunque passato al setaccio la casa per verificare che lo stesso non detenesse pistole illecitamente, ma al termine del controllo nulla è emerso in tal senso.

Il 45enne è stato dichiarato in arresto ed al termine dei controlli sono stati sequestrati gli 11 colpi, la strumentazione per preparare la droga da spacciare, i soldi contanti e le confezioni di cocaina, quasi una quarantina, per un valore di alcune migliaia di euro; condotto in camera di sicurezza, ha atteso la celebrazione del rito direttissimo davanti all’Autorità Giudiziaria di Ravenna, che ne ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Condividi.

Notizie correlate