wpid-eroina_ra.jpg

RAVENNA: Arrestato il pusher marocchino di eroina

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, hanno tratto in arresto un cittadino marocchino con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti; è successo tutto a Lido Adriano, nel pomeriggio di mercoledì 11 maggio.

Ennesimo colpo dei militari della Stazione Carabinieri di Lido Adriano nel contrasto all’attività illecita inerente la droga; grazie alla quotidiana lotta all’uso e traffico di sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno accumulate informazioni e conoscenze tali da saper individuare immediatamente soggetti e dinamiche legate alla cessione di droga.

Un carabiniere, libero dal servizio, veniva attratto dallo strano comportamento di un marocchino 33enne, già noto per percenti un materia di stupefacenti, che andava e veniva dai pressi di un cassonetto dell’immondizia. L’uomo si abbassava per prendere qualcosa e si allontanava rapidamente per ritornare dopo qualche minuto.

Immediatamente veniva predisposto un dispositivo per procedere al controllo; non è stata certo una sorpresa quando gli uomini della Stazione di Lido Adriano a seguito della perquisizione, hanno rinvenuto sotto il bidone dell’immondizia 4 dosi di eroina pronta per lo spaccio. A quel punto ogni dubbio è stato fugato; stante l’evidente detenzione ai fini di spaccio, i militari hanno fatto accesso nell’abitazione del pusher, rinvenendo ulteriori 4 dosi della stessa sostanza, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Dopo la perquisizione, i Carabinieri hanno accompagnato in Caserma il pusher, dove dichiarato in stato di arresto è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si è celebrato nella mattinata di giovedì 12 maggio. L’arresto è stato convalidato e per lo spacciatore è arrivata il divieto di dimora nella Provincia di Ravenna e la proposta di espulsione dallo Stato.

Condividi.

Notizie correlate