RAVENNA: Assise o abbreviato, la scelta di Matteo Cagnoni | VIDEO

Il prossimo 22 giugno inizierà il processo al dermatologo 51enne Matteo Cagnoni, accusato di aver ucciso a Ravenna, a bastonate, la moglie 39enne Giulia Ballestri. Si inizierà con l’udienza preliminare nella quale l’accusato potrà scegliere il rito e davanti al Gup il medico potrà dichiarare se intraprendere il dibattimento in Assise o con il rito abbreviato che, in caso di colpevolezza, porterebbe ad uno sconto di un terzo della pena. Vista la posizione assunta sino ad ora da Cagnoni, che si professa innocente dalla cella del carcere in cui è rinchiuso dal 19 settembre scorso, è probabile la scelta dell’Assise. Le ipotesi di reato formulate dalla Procura sono di omicidio pluriaggravato da premeditazionecrudeltà nell'avere agito nei confronti del coniuge e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Le immagini rese note in questi giorni non sarebbero a favore dell’innocenza professata dal dermatologo. Ci sono i fotogrammi delle telecamere di sicurezza della villa fiorentina che riprendono  la veloce fuga dalla finestra nel cuore della notte all’arrivo delle forze dell’ordine. Ma anche immagini che riprendono Cagnoni compiere movimenti strani, tra una siepe e diverse vetture, come il caricare e scaricare dalle auto, una coppia di cuscini imbrattati di sangue che potrebbero provenire dalla villa di Ravenna nella quale è stato consumato l’omicidio, e una borsetta che sarebbe particolarmente simile a quella della moglie ripresa dalle telecamere della pasticceria in cui, poche ore prima dell’omicidio, la coppia aveva fatto colazione.

Condividi.

Notizie correlate