wpid-photo2.jpg

RAVENNA: Bilanci di Ravenna Farmacie sotto la lente della Magistratura

Diversi esposti presentati a Palazzo di Giustizia a Ravenna tra l'inizio dell'anno e l'ottobre dello scorso anno, hanno dato il via ad un'indagine della Procura di Ravenna sui bilanci di Ravenna Farmacie. Nel corso del 2014 il fatturato dell'azienda era sceso da 68 a 66 milioni e rispetto al 2011 erano stati circa 11 i milioni in meno di fatturazione. Le indagini sono però basate su fatto che, nonostante il consumo di farmaci nella provincia di Ravenna sia sceso di quasi l'8 per cento, Ravenna Farmacie avrebbe chiuso con oltre 300mila euro di attivo. Non ci sarebbero per il momento dei nomi iscritti nel registro degli indagati ma alla fine dell'anno appena terminato gli uomini delle Fiamme Gialle si sono presentati negli uffici comunali per acquisire la documentazione e fare chiarezza sui conti. La società Ravenna Farmacie, come noto, è quasi totalmente detenuta da Ravenna Holding, le cui azioni sono oltre all'80% del Comune di Ravenna. Le strutture gestite nella società i trovano sul territorio provinciale suddivise tra la città, il cervese e alcuni territori della Bassa Romagna, ovvero Alfonsine, Bagnacavallo e Fusignano. La società già in passato era stata al centro dell'attenzione dei banchi dell'opposizione comunale ravennate che aveva sottolineato alcune anomalie, come ad esempio la crescita del valore dei farmaci invenduti che sarebbe cresciuto, secondo i bilanci della società, di circa il 40% nel giro di un triennio.

Condividi.

Notizie correlate