RAVENNA: Costringe la compagna rumena a prostituirsi minacciando il figlio di due anni – VIDEO

Era arrivata in Italia dalla Romania per dare un futuro migliore al figlio di due anni, il connazionale di cui si è innamorata l’ha invece costretta a prostituirsi. I carabinieri di Ravenna hanno arrestato un tossicodipendente di origini romene che dovrà rispondere di riduzione in schiavitù, sfruttamento della prostituzione e maltrattamenti aggravati in famiglia. Secondo le prime ricostruzioni, la donna, a Ravenna dai primi mesi del 2014, veniva costretta a battere nella zona della stazione, oltre a ricevere clienti anziani nell’alcova ricavata nella cantina dell’abitazione che condivideva con il suo aguzzino. Oltre a dover vivere in condizioni di sporcizia e degrado, la giovane veniva convinta a non denunciare la situazione sotto minaccia di ritorsioni sul figlioletto, mentre prima dei rapporti sarebbe stata addirittura drogata. Per alimentare il vizio del gioco del malvivente, che sperperava quasi 300 euro al giorno, la coppia ha anche compiuto alcuni furti ai danni di alcuni esercizi commerciali. Ieri sera è arrivato l’arresto in flagranza.

Condividi.

Notizie correlate