RAVENNA: L’ultimo saluto a Salvatore Chianese – VIDEO

Si è tenuta in mattinata a Ravenna la camera ardente per Salvatore chianese, la guardia giurata di 42 anni, assassinato a colpi di fucile mentre si apprestava a controllare la cava Manzona vecchia a Savio. Il sindaco Fabrizio Matteucci ha portato alla vedova e ai figli le condoglianze e la vicinanza di tutta la città. Nel pomeriggio la salma ha poi iniziato il lungo viaggio che la porterà a Trentola Ducenta, paese della provincia di Caserta, dove domani si terrà il rito funebre e dove verrà sepolto Salvatore Chianese. Nel frattempo proseguono senza sosta le indagini per identificare chi e perché ha ucciso la guardia giurata. Gl’investigatori hanno effettuato un nuovo sopralluogo sul luogo del delitto. La zona è stata accuratamente setacciata, anche con l’utilizzo di unità cinofile, in cerca del portafoglio e della pistola della vittima, ma non si è trovato nulla. Si attendono gli esiti dell’autopsia e i risultati balistici dei Ris di Parma. Accertato che Chianese è stato ucciso dal colpo esploso, da pochi metri di distazna, da un fucile da caccia con cartucce caricate a pallettoni. Modalità che non danno scampo. Si prosegue anche a scandagliare nella vita di Chianese. Una vita, secondo quanto sin qui appurato, tranquilla, senza problemi, liti o altro che possa sostenere il movente di un omicidio. Ma le indagini, visto le modalità di quanto accaduto, non possono essere condotte che a 360 gradi, scandagliando, cioè, in tutte le direzioni, senza tralasciare nulla in certa di prove e riscontri.

Condividi.

Notizie correlate