RAVENNA: Pronta la perizia dell’83enne che ha ucciso la moglie a Lugo – VIDEO

A qualche mese di distanza dalla tragedia, si torna a parlare a Lugo dell’omicidio della 72enne Rosa Bassani uccisa nel luglio scorso a coltellate dal marito Ferino Belletti che l’aveva colpita mentre la donna era ancora a letto. L’uomo, 83enne ex commerciante che per molti anni aveva gestito un negozio di alimentari nella cittadina romagnola, è da allora detenuto nel carcere di Ravenna e la perizia psichiatrica disposta dopo il suo fermo  ha stabilito la sua parziale infermità mentale. In base alla perizia depositata al  giudice dal consulente nominato dalla difesa, l’anziano al momento dell’uccisione della moglie non era nel pieno delle

proprie facoltà mentali anche se è stata invece esclusa una totale incapacità di intendere e di volere ed è stato dichiarato processabile. Dopo l’incidente probatorio gli atti sono tornati in Procura e sarà il Pubblico Ministero  a richiedere il giudizio basandosi sulle relazioni depositate. Ricordiamo che la vicenda fece scalpore perché non si aveva il sentore che l’uomo potesse arrivare ad un gesto simile ma anche perché aveva colpito la moglie con almeno dieci coltellate. Solo il fendente al collo, che aveva colpito la carotide, fu quello mortale e la ricostruzione effettuata dai Carabinieri rivelò che la donna aveva tentato di fuggire, senza però riuscirci ed era morta in cucina. Belletti, resosi conto di quanto aveva fatto, provò a uccidersi colpendosi al ventre con un coltello, ma non ci riuscì, e allora provò a bere della candeggina. Ogni tentativo di suicidio fallì e allora l’83enne telefonò alla figlia avvisandola di quanto era appena successo.

Le perizie degli psichiatri descrivono l’uomo come una persona dall’equilibrio psicofisico precario.

 

Condividi.

Notizie correlate