RAVENNA: Rigettate le richieste della difesa di Merendi – VIDEO

Probabile richiesta dell’ergastolo per l’accusa e invece assoluzione per la difesa. Il prossimo 5 dicembre si arriverà alla discussione finale, che si presuppone percorrerà queste due strade, nella vicenda che vede Secondo Merendi accusato dell’omicidio della madre Pia Rossini nell’aprile 2015, a Barbiano di Cotignola, nel ravennate. Nell’udienza interlocutoria sono state rigettate le richieste del difensore che chiedeva di analizzare la situazione economica dell’accusato che non sarebbe stata tanto diversa nell’ultimo periodo rispetto al passato, facendo quindi decadere le motivazioni economiche come movente dell’omicidio. Altra richiesta non accolta era quella di riportare in aula la vicina di casa della quale Merendi sarebbe stato l’amante. Ma per l’accusa non ci sarebbero dubbi e sarebbe stato Merendi ad uccidere l’anziana mamma. Contro di lui numerosi elementi tra i quali la mancanza di reazioni emotive alla scoperta del corpo senza vita della madre. Ci sarebbe poi anche il continuo cambiamento di versioni e se all’inizio aveva ipotizzato fosse stato un ladro a stringere una cintura d’accappatoio intorno al collo della vittima, in seguito aveva puntato il dito contro il vicino di casa, marito della donna con cui intratteneva una relazione. Tra un paio di mesi si saprà cosa ne pensa la Corte d’Assise della vicenda e se Merendi sarà ritenuto responsabile dell’omicidio.
 

Condividi.

Notizie correlate