RAVENNA: Tragedia sul lavoro, identificato l’operaio che ha perso la vita – VIDEO

Tragedia avvenuta nel primo pomeriggio di ieri al petrolchimico di Ravenna, a perdere la vita in un esplosione  è stato Nunzio Pizzardi, operaio siciliano di 43 anni di una ditta esterna, la Cam Impianti di Ravenna. Il dramma si è consumato verso le 14.30, alla Cfs-Camlin. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto l’uomo,  stava lavorando nella manutenzione di una conduttura quando  l’utilizzo del flessibile avrebbe provocato delle scintille che avrebbero innescato l’esplosione. Ai sanitari, giunti immediatamente sul posto,  le sue condizioni sono apparse estremamente gravi. Caricato sull’ambulanza è deceduto durante il trasporto.  Le indagini sono seguite dalla Polizia di Frontiera. Presenti sul posto anche i Carabinieri e il personale della Medicina del Lavoro.  L’impianto è stato messo sotto sequestro e il primo sopralluogo è stato fatto ma la zona del serbatoio è talmente compromessa dall’esplosione che ricostruire la dinamica dell’infortunio non sarà semplice. Anche i sindacati hanno espresso le condoglianze alla famiglia del lavoratore questa mattina, in occasione dello sciopero generale dei metalmeccanici hanno osservato un minuto di silenzio in memoria del lavoratore scomparso.  Sull’incidente arriva anche una nota dell’azienda: “Cfs Europe e tutti i suoi dipendenti intendono innanzitutto esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia del lavoratore. La perdita di una vita umana, in questo caso avvenuta durante lo svolgimento delle ordinarie mansioni lavorative, lascia sempre sgomenti e pieni di dolore”.  Nunzio Pizzardi lascia una moglie e una figlia di 13 anni.

Condividi.

Notizie correlate