seat_leon_polizia_01

RAVENNA: Va in escandescenza e picchia tutti, arrestato albanese 21enne

La Polizia di Stato questa notte ha arrestato Q.B. 21enne albanese pluripregiudicato per resistenza, oltraggio e lesioni personali cagionate a tre poliziotti e due avventori di un bar a pochi metri dalla Questura. Passata da poco la mezzanotte diverse persone chiamavano il “113” per far intervenire la polizia all’uscita di un bar della via Berlinguer dove un esagitato aveva colpito immotivatamente con pugni e calci due giovani avventori a lui sconosciuti. Giunti sul posto gli agenti trovavano Q.B. circondato da suoi amici e dal fratello che cercavano invano di riportarlo alla calma. Infatti divincolatosi dallo loro presa si avvicinava agli Agenti urlando e colpendo con una testata uno di loro.

Ne nasceva una colluttazione al termine della quale l’esagitato veniva bloccato a terra con le manette di sicurezza,; ciononostante  continuava a colpire i poliziotti con calci e morsi tanto da lacerare l’uniforme di uno di loro all’altezza della caviglia strappandone a morsi un lembo. Dichiarato in arresto e trasportato in Questura con l’aiuto di una seconda volante continuava la sua condotta aggressiva tanto che, avute le mani libere dalle manette, colpiva con un pugno al volto un terzo agente. Tre agenti e i due giovani che erano all’esterno del locale sono ricorsi alle cure dei medici del Pronto Soccorso ove sono stati medicati e dimessi con prognosi dai 7 ai 10 giorni. Personaggio noto alle cronache Q.B. è stato arrestato e condannato  in altre tre occasioni per i medesimi motivi oltre ad aver precedenti anche per reati contro il patrimonio e pornografia minorile. L’Ufficio Immigrazione della Questura ha già avviato il procedimento amministrativo per la revoca del permesso di soggiorno. Questa mattina il Tribunale di Ravenna ha convalidato l’arresto e rinviato il processo al prossimo 4 dicembre. Nel frattempo dovrà dimorare obbligatoriamente a Ravenna con divieto di assentarsi da casa dalle ore 17.oo alle ore 06.00.

Condividi.

Notizie correlate