RICCIONE: Pascià, legale rappresentante a processo per bancarotta – VIDEO

Prima la chiusura, poi il fallimento e ora il processo per bancarotta. Una discesa oramai inevitabile quella del Pascià di Riccione, locale storico della Perla Verde e simbolo del divertimento che ha fatto ballare negli scorsi anni migliaia di persone. Il legale rappresentante della New Pascià Srl è stato rinviato a giudizio dal giudice per le indagini preliminari per bancarotta fraudolenta, distrazione e occultamento dei libri contabili. Il 57enne romano finito nei guai aveva rilevato nel 2011 l'omonima discoteca riccionese che poi venne dichiarata fallita dal Tribunale di Rimini nel 2014. Secondo le indagini, l'impresa sarebbe risultata completamente estranea al fisco: la Guardia di Finanza, infatti, non avrebbe trovato alcuna dichiarazione dei redditi inerente all'anno 2012, né il deposito obbligatorio per legge dei bilanci nel registro delle imprese per gli anni 2011 e 2012. La società avrebbe fatturato 339mila euro e al legale rappresentante viene contestato di averne fatti sparire 20mila. New Pascià Srl, inoltre, secondo quanto emerso, avrebbe anche un debito di 30mila euro nei confronti di Equitalia.

Condividi.

Notizie correlate