RICCIONE: Rapina in gioielleria, scovati e arrestati i presunti responsabili – VIDEO

Erano scappati a bordo di una Fiat Uno targata Modena risultata di proprietà di uno dei rapinatori sperando di averla fatta franca e ora, sono stati arrestati. Ha riconosciuto i presunti assalitori la gioielliera di Riccione che il 22 febbraio scorso fu protagonista di una rapina a dir poco violenta. Quando i carabinieri di Vieste, hanno visto sui propri pc il video che ritraeva due foggiani, di 26 e 36 anni, compiere una rapina nella Perla Verde non hanno esitato un attimo e hanno chiamato subito i colleghi di Riccione. Dal filmato prodotto dalle telecamere a circuito chiuso della gioielleria Baldacci di viale Dante si vede proprio il pugliese 36enne, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine con alle spalle diversi precedenti e che in caso di condanna avrà un sostanzioso aggravamento della pena. Assieme a lui un ragazzo di San Giovanni Rotondo. Realizzato il book fotografico da far vedere alla gioielliera per il riconoscimento, i militari hanno poi avvertito quest'ultima che all'epoca era stata malmenata con schiaffi e pugni guaribili in due settimane. La donna, che aveva visto bene in volto i due balordi, li ha subito riconosciuti. Ecco che allora i Carabinieri riccionesi sono partiti alla volta della Puglia con due ordinande di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip. Qui sono stati trovati i due presunti rapinatori con l'aiuto dei militari di Vieste. Le indagini sono ancora in corso per cercare il complice che li avrebbe aiutati a fuggire a bordo dell'auto che li aspettava fuori. La rapina fruttò un bottino di 70.000 euro.

Condividi.

Notizie correlate