wpid-befane.jpeg

RIMINI: Allarme bomba Befane, opera di ragazzini con un cellulare clonato

L’allarme bomba al centro “Le Befane” di Rimini farebbe parte di una serie di scherzi di cattivo gusto messi in atto da un gruppo di ragazzi. Il giorno di Santo Stefano, infatti, a tremare per le presunte bombe non è stato solo il centro commerciale riminese, bensì altri luoghi pubblici in tutta Italia. Attraverso il numero telefonico utilizzato per le minacce gli inquirenti sono risaliti a un’utenza intestata a un minorenne palermitano, ma il cellulare e la scheda sim si trovavano sotto sequestro dei carabinieri. Scavando più a fondo, si è scoperto che alcuni amici del ragazzino hanno clonato il suo numero di telefono attraverso il web, allarmando i vari obiettivi e divertendosi a fare ricadere sull’amico la colpa. Le indagini sono ora mirate a stanare il gruppo di ragazzi, che dovrà rispondere dei reati di cyberbullismo e procurato allarme. 

Condividi.

Notizie correlate