wpid-guardia-costiera-generica.jpg

RIMINI: Autopsia sul 16enne morto in mare, si tratta di choc termico

Un malore causato da choc termico. È quanto emerge dall'autopsia svolta ieri sul corpo del 16enne riminese che ha perso la vita in mare domenica scorsa a oltre dieci miglia dalla costa pesarese. Il giovane era uscito in barca con la famiglia quando ad un certo punto si è tuffato in mare dal motoscafo e non è più riemerso. È stato il padre poi, preoccupato, a gettarsi nelle acque dell'adriatico e a trovare il corpo esanime del figlio vicino una piattaforma petrolifera. Il 16enne avrebbe risentito di uno sbalzo della temperatura nonostante avesse indosso la muta da sub. Un malore, si pensa, dovuto anche al fatto che il ragazzo non aveva mangiato. Sembrerebbero esclusi l'infarto e malformazioni congenite.

Condividi.

Notizie correlate