Il capo dell'Ufficio immigrazioni Maurizio Improta, in una foto d'archivio.  ANSA / TELENEWS / DBA

RIMINI: Caso Shalabayeva, indagato il questore Improta

L’attuale questore di Rimini, Maurizio Improta, insieme al capo dello Sco Renato Cortese e ad altri 5 poliziotti, oltre al giudice di pace Stefania Lavore, è indagato per sequestro di persona. Le accuse nei confronti di Improta sono riferite a quando era a capo dell’ufficio stranieri della questura di Roma. Il caso è quello di Alma Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov espulsa dall’Italia. Quello che avvenne nel  maggio del 2013, per i pm di Perugia, fu un sequestro di persona. Alma Shalabayeva, fu prelevata dagli agenti che cercavano il marito nella sua villa di Casal Palocco, a Roma, assieme alla figlia di sei anni perché accusata di essere in possesso di un passaporto falso. La donna e la figlia, ha affermato la Cassazione in una sentenza del luglio del 2014, non dovevano essere espulse dall’Italia e il provvedimento di rimpatrio era viziato da manifesta illegittimità.

Condividi.

Notizie correlate