RIMINI: Cinema Astoria, Tribunale respinge istanza ex gestori contro il Comune – VIDEO

Con una sentenza del 16 maggio scorso la sezione unica del Tribunale ordinario di Rimini ha dato ragione all’Amministrazione Comunale nella causa civile avanzata dagli ex gestori del Cinema teatro Astoria, dichiarando definitivamente risolto il contratto tra le parti senza evidenziare inadempienze da parte del Comune, dunque accertando che Palazzo Garampi non debba alcun risarcimento alla società e condannando quest’ultima a restituire l’area che nel 1974 fu concessa in diritto di superficie (per la durata di settant’anni, poi prolungata a ottanta). Il cinema-teatro di via Euterpe è rimasto aperto fino al giugno 2008, data in cui la società Cinema Astoria-Jolly Spa ha cessato di gestire la struttura. Da quel momento comincia il percorso legale: la società concessionaria ha citato il Comune per ottenere la risoluzione del contratto ed il risarcimento del danno. Il Comune a sua volta si è costituito, contestando le pretese di controparte e chiedendo la risoluzione della convenzione. Nel frattempo l’Amministrazione ha avanzato richiesta al Tribunale di Rimini per il rilascio immediato dell’immobile, allo scopo di trasformare l’ex Cinema in un luogo di interesse pubblico, evitando così il degrado dell’area. Una motivazione che ha spinto il Tribunale nel marzo del 2014 con provvedimento d’urgenza a consegnare al Comune le chiavi dell’ex Cinema. 
Nei mesi seguenti l’Amministrazione è intervenuta sull’immobile, lasciato in stato di abbandono, con delle prime opere di riqualificazione, lavori rientravano in un progetto complessivo di rifunzionalizzazione del cinema-teatro, per cui l’Amministrazione Comunale ha stanziato 500mila euro.

Condividi.

Notizie correlate