RIMINI: Classic Club, per il Consiglio di Stato va abbattuto parzialmente – VIDEO

E’ una tegola pesante quella che cade oggi sul Classic Club di Rimini, lo storico locale romagnolo più volte finito negli ultimi anni alla ribalta delle cronache. Il club, rinomato per le sue serate dedicate al pubblico lgbt e per gli after hour, perde il procedimento in corso nei confronti del Comune che aveva chiesto l’abbattimento di una ampia parte della struttura che è stata edificata nel corso dei decenni in abuso edilizio. Il braccio di ferro legale tra le parti, dopo i ricorsi al Tar, è finito al Consiglio di Stato che lo scorso 21 di luglio (la notizia è emersa solo oggi) ha sentenziato dando ragione all’amministrazione comunale riminese, addebitando inoltre ai responsabili del circolo anche le spese legali. Il Classic era stato chiuso per qualche mese dopo il blitz di municipale e polizia nel 2013 dove erano state riscontrate diverse irregolarità. Il Comune si è però soffermato sull’unico punto che il locale non ha potuto sistemare, cioè i manufatti eretti senza permesso a costruire che inoltre non seguono le normative anti-sismiche. Sul circolo si era anche abbattuta di recente la Guardia di Finanza che ai due gestori aveva sequestrato 400mila euro, somma ritenuta equivalente a evasione fiscale. Non chiaro ora se e quando le ruspe entreranno in azione, è attesa a breve la replica del legale del Classic Club. Dal locale emerge intanto la convinzione che il braccio di ferro durerà ancora diversi anni.

Condividi.

Notizie correlate