wpid-cocaina_polizia.jpg

RIMINI: Droga, la Mobile scova la tana di un 25enne albanese

Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Rimini hanno arrestato un venticinquenne di origine albanese, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente tipo cocaina e denunciato per favoreggiamento una ragazza ventitreenne di nazionalità romena; gli investigatori della “narcotici” avevano da qualche tempo individuato un appartamento, in via Neri da Rimini ritenuto, a causa di anomali movimenti di persone, un luogo utilizzato per lo spaccio di droga.- L’ennesimo movimento sospetto ha così fatto scattare l’operazione degli uomini della Mobile, i quali hanno fatto irruzione nell’appartamento ove al momento si trovavano il ragazzo e la ragazza; l’uomo in un disperato tentativo di disfarsi della droga e di quanto utilizzato per confezionare le dosi (un bilancino di precisione) ha gettato degli involucri nel WC tirando lo sciaquone ed il bilancino dalla finestra, ma invano; difatti sia gli uni sia gli altri sono stati recuperati e sequestrati, per un totale di 7 grammi suddivisi in altrettante dosi. Nella successiva perquisizione dell’appartamento è stata rinvenuta e posta sotto sequestro, in quanto ritenuta provento dell’attività di spaccio, una somma di denaro pari a 1400,00 Euro.- Al termine degli accertamenti il ragazzo è tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha disposto il trattenimento presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima tenutosi nella mattinata odierna, al termine del quale l’uomo è stato condannato alla pena di un anno di reclusione con divieto di dimora nel comune di Rimini.- L’Ufficio Immigrazione della Questura sta ora procedendo all’espulsione del soggetto attesa l’irregolarità della sua presenza sul territorio nazionale.

Condividi.

Notizie correlate