RIMINI: Droga, la PM incastra un centinaio di pusher. Molti recidivi – VIDEO

Recidivi e così sono finiti ancora una volta in manette. Non è passato molto tempo dall'ultima maxi operazione anti droga della Polizia Municipale di Rimini avvenuta nel 2013 e denominata Kebab Connection. In quell'occasione vennero arrestati diversi pericolosi spacciatori di sostanze stupefacenti. Ed ora, a distanza di tre anni, l'attività del Nucleo ambientale si riaccende e fa ancora una volta piazza pulita. Come? Arrestando altrettanti pusher, molti dei quali erano usciti e poi tornati a spacciare. Mentre prima la delinquenza di tal genere avveniva soprattutto in quartieri come Borgo Marina e centro storico, nel corso del tempo il raggio d'azione si era allargato e comprendeva le zone di periferia della città e quindi parchi, edifici abbandonati come ad esempio le ex colonie. Si tratta, per lo più di nordafricani. Ma non mancano certamente italiani, rumeni, tunisini e albanesi. Tre i gruppi in totale che, anche se agivano autonomamente, erano in contatto tra di loro, stretti da un'unica passione e convizione: la droga. E così la Polizia Municipale ha fatto il bis. L'altra notte, dopo diversi mesi di intercettazioni e pedinamenti, su un totale di 101 persone indagate, 45 sono state portate in cella con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono 87 le misure di custodia cautelare. Lo scambio di droga avveniva nei parchi o tra le cabine in spiaggia. E un intenso commercio vi era anche in zona stazione, campi rom e bar del riminese. Dieci degli indagati sono stati arrestati in flagranza di reato. Anche un minorenne protagonista dello spaccio. 

Condividi.

Notizie correlate