wpid-SPELEOLOGO_LUOGO.jpg

RIMINI: E’ stata l’asfissia a causare il decesso di Leandri- FOTO

È stata l’asfissia a causare il decesso di Oscar Leandri, lo speleologo 49enne di Bertinoro trovato privo di vita all’alba di sabato con un sacchetto di plastica in testa e le mani legate dietro alla schiena, in una zona isolata di Novafeltria. È quanto ha evidenziato l’autopsia eseguita questa mattina. Bisognerà però aspettare alcuni giorni per conoscere l’esito degli esami istologici (per accertare se avesse realmente qualche patologia) e tossicologici e stabilire se l’uomo avesse assunto anche qualche sostanza. Se poi il decesso sia stato indotto da terzi, o dovuto a un gesto volontario dello stesso Leandri, lo chiariranno le indagini affidate ai carabinieri.

 

Condividi.

Notizie correlate