RIMINI: Maltrattamenti all’asilo, la maestra torna libera – VIDEO

La maestra 61enne riminese ai domiciliari con l'accusa di maltrattamenti aggravati continuati nei confronti dei bimbi dell'asilo Il Delfino di Rimini torna libera. E' quanto ha deciso venerdì mattina il Tribunale del Riesame di Bologna: i giudici hanno annullato l'ordinanza di custodia cautelare. La motivazione che ha spinto questi ha prendere tale decisione si saprà solo tra 45 giorni. Strattonamenti, spintoni, aggressioni improvvise è quanto emergeva, secondo gli inquirenti, dai filmati delle telecamere poste dai Carabinieri di Rimini nell'asilo in seguito alla segnalazione di una delle colleghe della donna arrestata. Già nel 2010 l'insegnante era stata denunciata per abuso di mezzi di correzione, quindi sospesa dal servizio e spedita a lavorare al museo comunale; poi il reintegro in una classe. I visi dei bimbi terrorizzati avevano spinto il pubblico ministero riminese Ercolani a chiedere gli arresti domiciliari della signora riminese, apprezzata tra l'altro, in passato, da alcuni genitori per i propri comportamenti educativi attraverso una lettera. La maestra ha sempre giurato di non aver mai maltrattato i bimbi del Delfino e quando ha saputo di poter tornare libera è scoppiata in lacrime. Accolto il ricorso della difesa dunque. Intanto sono stati almeno una ventina i genitori sentiti dagli investigatori in merito all'inchiesta sull'insegnante arrestata. Sarebbero diversi i bimbi che avrebbero manifestato disagi, secondo mamma e papà, dopo aver trascorso mesi all'asilo con la 61enne.

Condividi.

Notizie correlate