MISANO ADRIATICO: Omicidio Conad Rio Agina, 30 anni al killer albanese – VIDEO

Niente ergastolo per il killer albanese 36enne Paulin Nikaj, protagonista dell'omicidio avvenuto nel parcheggio del Conad Rio Agina di Misano Adriatico il 17 marzo 2014 in cui freddò con sette colpi di pistola il connazionale 25enne Nimet Zibery. Dopo sei ore di camera di consiglio, la Corte d'Assise ha inflitto, infatti, trent'anni di carcere all'assassino e il pagamento previsionale di 1.000.000 euro. Una decisione, quella dei giudici, presa in quanto si escludono le aggravanti della premiditazione e dei motivi abbietti e futili che quel giorno portò Nikaj ad uccidere il rivale davanti alla moglie incinta e ai due figli piccoli. Ma ora la pubblica accusa annuncia la volontà di ricorrere in appello. Il killer due anni fa era poi scappato facendo perdere le proprie tracce aiutato da altri connazionali e parenti. Secondo la difesa, sparò in quanto si sarebbe sentito minacciato dalla vittima e avrebbe temuto ritorsioni verso la sua famiglia, in seguito a un litigio poi finito nel sangue, con il fratello di Zibery. Il pubblico ministero riteneva, invece, si trattasse di omicidio premeditato. Infatti, già mesi prima dell'accaduto, i due avrebbero avuto una lite piuttosto accesa in un bar nel riminese. L'accusa aveva così richiesto l'ergastolo per l'assassino con 6 mesi di isolamento diurno in quanto non si poteva non scorgere premeditazione nel gesto di Nikaj, il quale scaricò ben sette colpi con una pistola classificata come arma di guerra.

Condividi.

Notizie correlate