RIMINI: Percepivano la pensione sociale ma vivevano all’estero. Denunciate due donne – VIDEO

Avrebbero percepito complessivamente più di 37mila euro di pensione sociale pur vivendo all'estero ed ora rischiano da 6 mesi a 3 anni di reclusione. Una 68enne italiana e una 80enne argentina sono state denunciate dalla Guardia di Finanza di Rimini per il reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Le due donne, secondo le indagini delle Fiamme Gialle, avrebbero infatti continuato ad incassare gli assegni sociali dell'Inps nonostante la perdita della residenza effettiva ed abituale in Italia. Nello specifico, la 68enne avrebbe trasferito di fatto la propria residenza all'estero senza mai effettuare le previste comunicazioni all'ente previdenziale; la sudamericana, invece, avrebbe mantenuto la residenza in Italia ma si era trasferita stabilmente fuori dal Bel Paese. Non solo. E' emerso che quest'ultima si sarebbe resa irreperibile continuando a riscuotere indebitamente la pensione di assistenza italiana attraverso l'accredito sul conto corrente. L'Inps di Rimini, in seguito alla segnalazione della Guardia di Finanza riminese, avvierà le procedure di recupero delle somme irrogate dal mese in cui le donne non ne avevano più diritto. I controlli delle Fiamme Gialle si inseriscono nell'ambito dell'operazione “Italians out”, al fine di prevenire e reprimere le violazioni economiche-finanziarie nel settore della previdenza e dunque in materia di spesa assistenziale e di pensione sociale.

Condividi.

Notizie correlate