RIMINI: Prostituzione, ragazze libere di “battere” – VIDEO

E' l'ennesima dimostrazione di come il legislatore debba intervenire in materia. Parliamo delle ultime notizie giunte in merito al fenomeno della prostituzione, molto presente in Romagna, in particolare nelle zone a maggior valenza turistica, tra cui spicca ovviamente Rimini. Se ne torna a parlare oggi perché il Tribunale Amministrativo regionale ha sentenziato che anche gli ultimi fogli di via emessi dal questore sono da considerare nulli. Nel capoluogo romagnolo, qualche mese fa, si era attuata l'ennesima prova di forza per cercare di limitare il fenomeno, che nei mesi caldi porta anche centinaia di prostitute su tutta la zona del lungomare. L'amministrazione comunale aveva emanato alcune ordinanze ed il questore aveva disposto alcuni fogli di via obbligatori nei confronti di molte ragazze. Molte di queste si erano poi rivolte ad un legale che oggi ha ottenuto lo stralcio completo.Secondo i magistrati, la legge non indica come la prostituzione in strada costituisca un reato. Tale fenomeno può essere considerato pericoloso solo quando siano presenti l'adescamento, le molestie ai passanti, i clamori o gli atti osceni in luogo pubblico, tutto ovviamente difficile da dimostrare. Ragazze quindi libere di battere i marciapiedi, con lo Stato che addirittura è stato condannato a pagare le spese sostenute per il ricorso.

Condividi.

Notizie correlate