RIMINI: Sacrestano massacrato in chiesa da due balordi incappucciati – VIDEO

E’ stato massacrato di botte da due rapinatori incappucciati che poi sono fuggiti senza lasciare tracce. Protagonista di questa triste storia di cronaca nera un sacrestano 74enne in aiuto alla Parrocchia di San Martino Monte l’Abate nel riminese. Nonostante fosse quasi ora di celebrare la messa, i malviventi verso le 18 si sono recati in chiesa, dove l’anziano aveva da poco aperto le porte ai fedeli per la funzione delle 18.30. Dalla ricostruzione dell’uomo è emerso che, dopo aver fatto suonare le campane, è stato letteralmente aggredito da due delinquenti che lo hanno preso a calci e a pugni. Obbiettivo: la cassaforte. Inutile i tentativi della vittima di spiegare ai balordi che non c’erano contanti al suo interno e che di li a poco sarebbe arrivato il parroco. Gli incappucciati, insoddisfatti dal non trovare ciò che cercavano, si sono accontentati di rubare il cellulare al sacrestano per poi fuggire nei campi nelle vicinanze della chiesa. Giunti sul posto i sanitari del 118 e gli uomini della Polizia di Stato e della Scientifica allertati dai primi fedeli che sono arrivati e hanno trovato l’uomo malmenato. Si è occupato di quest’ultimo l’Ospedale Infermi di Rimini per le cure necessarie. Secondo le indagini degli agenti, che sono tutt’ora in corso, gli autori del gesto sarebbero un italiano forse 60enne e un giovane nordafricano. Non è il primo episodio di violenza che succede a San Martino Monte l’Abate: recentemente un malvivente era entrato in una villetta vicino alla chiesa ma era stato scoperto dai proprietari.

Condividi.

Notizie correlate