wpid-DOPING.jpg

ROMAGNA: Doping, scovato giro di sostanze con la Polonia

Una indagine dei carabini eri del Nas di Bologna ha portato alla luce un giro di sostanze dopanti tra la Polonia e l'Italia. Eseguite perquisizioni in palestre e rivendite di integratori alimentari a Rimini, Cesena e Taranto. Sequestrati integratori alimentari provenienti dalla Polonia, contenenti le sostanze dopanti proibite. In totale si tratta di oltre 3700 confezioni di integratori, del valore commerciale complessivo di 200mila euro circa. Denunciati a piede libero di un 43enne di origine polacca residente a Rimini e di un 48enne della provincia di Taranto. L'inchiesta era nato lo scorso giugno, durante l'edizione di Rimini Wellness. Qui i militari, avevano individuato in uno stand gestito da un 43enne di origine polacca, integratori alimentari contenenti sostanze non ammesse dal ministero della salute. 

Condividi.

Notizie correlate