ROMAGNA: Estate in Riviera, Nas sequestrano 40 tonnellate di cibo – VIDEO

Oltre 400 esercizi pubblici controllati, 40 tonnellate di alimenti sequestrate, 13 attività chiuse per un valore di 2milioni e mezzo di euro. Questo il bilancio delle ispezioni portate avanti nella stagione estiva dai carabinieri del Nas di Bologna. I militari hanno intensificato in particolare  l’attività di vigilanza in ambito di sicurezza alimentare in ristoranti, pizzerie, bar, esercizi di ristorazione etnica, gelaterie, stabilimenti balneari, camping, villaggi turistici e campeggi. Sono finiti sotto sequestro gli alimenti non idonei al consumo e privi di qualunque forma di tracciabilità, per un valore complessivo di oltre 250.000 euro. Sono poi state segnalate alle competenti autorità giudiziarie 17 persone, più altre 78 in via amministrativa per carenze igienico sanitarie e possesso di alimenti in cattivo stato di conservazione. Scendendo nel dettaglio dei territori, in provincia di Forlì-Cesena sono stati denunciati 3 operatori per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione, e sospese le attività di quattro esercizi, oltre al sequestro di 8 tonnellate di alimenti scaduti. Nel riminese è finito nei guai un albergatore, il cui hotel è stato chiuso per irregolarità. 12 le tonnellate di alimenti sequestrati a 14 esercenti. In provincia di Ravenna è stata sospesa un’attività per detenzione di alimenti a base di pesce crudo che non venivano sottoposti a previsti trattamenti di bonifica. Sono state elevate multe per 40mila euro, 8 le tonnellate sequestrate e tre le persone deferite in stato di libertà.

Condividi.

Notizie correlate