ROMAGNA: Guardie private sugli autobus, giro di vite su portoghesi e violenti – VIDEO

Giro di vite sui portoghesi. Start Romagna, gestore del trasporto pubblico sul territorio, ha deciso di contrastare il fenomeno dei furbetti sugli autobus schierando le guardie private sui mezzi. Questione economica, ma anche di sicurezza, visti gli ultimi episodi di violenza nei confronti di autisti e controllori. Il bando si è chiuso a metà aprile e ora l’azienda sta valutando a chi affidare il servizio. Verranno assunte guardie – tra cui, novità, anche vigilantes – per coprire 1.600 turni di servizio in tutta la Romagna, in un lasso di tempo di quattro mesi. La proposta per chi si aggiudicherà la gara è allettante, visto che verrà destinato alle guardie private un importo di 90mila euro e i controllori riceveranno il 40% delle multe incassate, quindi più sanzioni eleveranno, più guadagneranno. D’altronde la quota di chi non paga il biglietto è piuttosto elevata: nel solo Ravennate, su 71mila controlli effettuati nel corso del 2015 sono stati beccati senza tagliando in regola 5.500 passeggeri. Proprio per Ravenna e dintorni Start Romagna è intenzionata ad avviare, una volta ottenute le debite autorizzazioni, anche i tornelli, che verificano prima dell’ingresso sull’autobus la regolarità del biglietto. 

Condividi.

Notizie correlate