SAN MARINO: Anticorruzione. Per Petitti “Pubblicazione dati prevista, la collaborazione continua” – VIDEO

“Con San Marino c’è una grande collaborazione”. Ne è sicura Emma Petitti, assessore regionale al bilancio, riordino istituzionale e risorse umane sul tema anticorruzione. “Nella sezione del Piano triennale dell’Emilia-Romagna che tratta del Titano, non vengono individuate azioni di contrasto a determinati fenomeni rilevati in quel territorio”. È quanto emerge alla luce del report sulla Repubblica del Titano nel Piano di prevenzione della corruzione, approvato dalla Giunta regionale lo scorso 25 gennaio e divulgato ufficialmente nei giorni scorsi. Una pubblicazione diventata obbligatoria per disposizione da quest'anno dell’Anac, Autorità nazionale anticorruzione. Si trova online, sul sito della regione Emilia Romagna, nella sezione ‘Amministrazione trasparente’, il Piano di prevenzione della corruzione e il Programma per la trasparenza, con l’individuazione delle “Aree a rischio corruzione” e l’indicazione delle azioni di contrasto adottate. Una fotografia del Titano che non va giù al Segretario di Stato all'Industria Marco Arzilli. “Parliamo del passato – afferma il Segretario –  si è ancorati a un luogo comune”. Arzilli, poi, ci tiene a precisare che San Marino non abbassa la guardia e che oggi collabora tanto per debellare la corruzione. L'uscita dalla black list mette il Titano in una condizione diversa rispetto a quella di diversi anni fa. Ma di fatto il report della regione è molto esplicito nell'affermare come la vicinanza della Repubblica di San Marino renda i controlli più difficili e agevoli l'attività di riciclaggio da parte della criminalità organizzata in Emilia Romagna.

Condividi.

Notizie correlate