(VIDEO) RICCIONE: Ultima fase per il cantiere del Trc, comune in trincea

Proseguono a Riccione i lavori per la realizzazione del Trc, il trasporto rapido costiero e ancora una volta non senza polemiche. Il Comune ha, infatti, preso le difese dei numerosi alberi posti in via delle Magnolie e via dei Mille che ora rischiano di essere abbattuti per far posto all'opera pubblica che collegherà Rimini a Riccione. "Quegli alberi non si possono abbattere" – ha così tuonato l'amministrazione comunale riccionese – sono di fatto e per tutti un monumento tutelato per legge e riconosciuto, tra gli altri, anche dal Codice del Beni Culturali". Fa riferimento a questa convinzione, supportata tra l’altro da una serie di norme regionali, la lettera di richiamo con la quale il Comune di Riccione, nel rispetto della legge, ricorda che occorre salvaguardare gli alberi e le magnolie che insistono lungo la via che porta alla stazione. Nella missiva il Comune di Riccione si rivolge direttamente ad Agenzia Mobilità e alle autorità della salvaguardia forestale per l’avvio di una procedura di verifica sulla fattibilità giuridica (molto dubbia) dell’abbattimento. "Ancora un nuovo e insopportabile oltraggio alla nostra città e alla sua bellezza – ha dichiarato il Sindaco di Riccione Renata Tosi – Non si capisce perché debbano essere abbattuti alberi tutelati come un monumento, senza dimenticare che questi alberi, con la loro chioma maestosa, svolgono una funzione importantissima di mitigazione dell’inquinamento atmosferico. Con tutto il cemento che verrà colato  – ha aggiunto la Tosi – non ci sarà posto che per le margherite”.

Condividi.

Notizie correlate