wpid-piattaforma.jpg

CESENATICO: Piattaforma in mare, Eni punta a riattivare l’estrazione di gas

Dopo giorni di dubbi e polemiche, è arrivato l’intervento di Eni a chiarire i motivi della comparsa della grande piattaforma alta 125 metri a 7 chilometri dalla costa di Cesenatico. Il timore di imprenditori e cittadini è che possano essere avviate trivellazioni per cercare gas e petrolio, con possibili ricadute negative sull’ambiente marino e sull’economia turistica. L’azienda smentisce a metà: “Sul pozzo ‘Morena 1’ non si stanno eseguendo perforazioni per l’estrazione del gas metano, ma sono in corso normali attività di manutenzione all’interno di un pozzo già esistente». Dal 2008 la struttura del Morena 1 è ferma a causa della risalita in superficie di sabbia dal giacimento. ‘In considerazione della volontà di proseguire con le attività di produzione – continua Eni –  è stata avviata in questi giorni un’attività di manutenzione finalizzata all’adeguamento tecnologico necessario al miglioramento continuo della sicurezza degli impianti’. L’estrazione di gas riprenderà quindi, anche se Eni rassicura che non ci saranno danni per l’ambiente. 

Condividi.

Notizie correlate