EMILIA-ROMAGNA: Artigianato, su la produzione ma calano le imprese – VIDEO

Qualche segnale positivo c’è, ma è ancora troppo poco per sancire una ripresa del settore. Parliamo dell’artigianato emiliano-romagnolo, che nel secondo trimestre ha visto un minimo aumento della produzione e del fatturato, a fronte però di un calo consistente delle imprese attive e di un incremento sostanzioso delle ore di cassa integrazione. E’ l’indicazione di sintesi che emerge dall’indagine sulla congiuntura realizzata in collaborazione tra Camere di commercio e Unioncamere Emilia-Romagna. Nel dettaglio, il fatturato a prezzi correnti è leggermente aumentato (+0,6 per cento), la produzione è cresciuta dello 0,5 per cento, ma si era ridotta in misura più ampia nel trimestre precedente. La tendenza si conferma anche per gli ordini (+0,6 per cento). Sono poche le imprese con accesso ai mercati esteri, dove però il fatturato ha messo a segno un discreto aumento. I primi sei mesi del 2016 si sono chiusi con una forte crescita della Cassa integrazione guadagni. Gli interventi in deroga sono quasi raddoppiati, da poco più di un milione a oltre due milioni di ore autorizzate. Gli effetti della crisi continuano a manifestarsi anche nell’emorragia delle imprese artigiane manifatturiere attive, che a fine giugno erano 29.030, in calo del 2,4 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015. 

Condividi.

Notizie correlate