ROVIGO - 22-02-2008
unicredit banca filiale area tosi
cassiere soldi
foto © Luca Biasioli

EMILIA ROMAGNA: Crack banche, si valuterà caso per caso

Una valutazione caso per caso. Con un arbitraggio che dovrebbe essere affidato a Consob. E un fondo alimentato con un contributo del sistema bancario. E’ questa la ciambella di salvataggio alla quale potranno aggrapparsi i 10.500 risparmiatori, e fra questi numerosi emiliano-romagnoli che hanno visto sfumare i soldi investiti nelle obbligazioni subordinate dal crac dei quattro istituti Banca Marche, Banca popolare dell’Etruria e del Lazio, Carichieti e Cassa di risparmio di Ferrara. L’Ue ha dato il suo via libera. E il governo inserirà le norme nella Legge di Stabilità con un apposito emendamento. Un decreto fisserà i criteri su come il fondo sarà alimentato e come dovranno essere valutate le singole situazioni. Per stabilire chi otterrà i rimborsi probabilmente si utilizzerà l’Isee, cioè l’apposito indicatore per valutare la situazione economica dell’investitore.

Condividi.