Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
economia

EMILIA-ROMAGNA: Dimezzati i frutteti ma migliorano le produzioni | VIDEO

  • Di:
  • 566 visualizzazioni

In poco più di venti anni, dal 1994 ad oggi, quasi dimezzata in Emilia Romagna la superficie dedicata ai frutteti, passando da 99.438 a 57.559 ettari, il 43% in meno. Migliora però la produzione. A sostenerlo è una analisi condotta dalla Confagricoltura regionale. In particolare la superficie coltivata a pesche è crollata da 20.988 a 6.106 ettari e quella a nettarine da 17.728 a 8.563; la pericoltura ha cancellato quasi 10.000 ettari di impianti ridimensionando le sue coltivazioni da 30.715 a 20.095 ettari e la melicoltura si è ridotta addirittura da 11.733 a 4.821 ettari.

Mentre diminuiscono le aree dedicate a frutteti, aumentano invece i costi di produzione in particolare viene segnalata l’energia elettrica, utilizzata soprattutto per l'irrigazione di soccorso che “è costata 5 centesimi in più al chilo e non è bastata – spiega il presidente di Confagricoltura Emilia-Romagna, Gianni Tosi - perché la pianta ha sofferto comunque delle ondate di calore”.

Secondo Confagricotura "chi adesso conferisce pesche, percepisce 10-19 cent/kg a fronte di un costo di produzione medio di 50 cent/kg. E chi, a causa della siccità, ha raccolto solo albicocche piccole da destinare all'industria, porta a casa 4-6 cent/kg ma ne ha già spesi in media 65-75".