EMILIA-ROMAGNA: Edilizia, timidi segnali di ripresa – VIDEO

Il settore delle costruzioni, colpito duramente dalla crisi, prova ad uscire dal periodo negativo. Nel secondo trimestre del 2016 il volume d’affari in Emilia-Romagna è cresciuto dell’1,2%, grazie soprattutto alla spinta delle piccole imprese. Questa l’indicazione dell’indagine realizzata in collaborazione tra Camere di commercio e Unioncamere Emilia-Romagna. Aumenta decisamente la quota delle imprese che rileva un volume d’affari in crescita rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, che passa dal 23,4 al 33,3 per cento, un livello pre-crisi. L’accelerazione delle tendenza positiva del volume d’affari riguarda soprattutto le piccole imprese (+1,7 per cento), le medie imprese recuperano il segno più (+0,8 per cento), mentre rallenta decisamente la crescita per le grandi aziende (+0,6 per cento). Continua tuttavia a diminuire il numero di imprese attive nell’edilizia. A fine giugno erano 67.588, quindi 1.236 in meno in un anno (-1,8 per cento), un calo superiore a quello nazionale (-1,4 per cento). La riduzione è più ampia tra quelle operanti nei lavori di costruzione specializzati, ma più rapida per le attive nella costruzione di edifici. In conseguenza al calo delle imprese, diminuiscono anche i lavoratori occupati, rispetto al 2015 ci sono 7.200 posti di lavoro in meno. 4 milioni le ore di cassa integrazione autorizzate nel primo semestre dell’anno.

Condividi.

Notizie correlate