EMILIA-ROMAGNA: Export da record, sfondato il muro dei 3 miliardi – VIDEO

Ottime notizie per le esportazioni emiliano-romagnole. Nel secondo trimestre del 2016, infatti, l’export ha segnato una crescita del 6,6%, un ritmo che ha portato i livelli su valori superiori ai 3 miliardi di euro, nuovo massimo storico, rendendo l’Emilia Romagna la prima regione italiana per merci all’estero. Sono questi i principali dati che emergono dal Monitor dei distretti industriali dell’Emilia Romagna curato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo. A trainare la performance regionale dopo cinque trimestri consecutivi negativi sono finalmente i mercati emergenti (+11,4%) e, in particolare, l’aumento dell’export in Russia, Repubblica Ceca e Romania. Si conferma, anche nel secondo trimestre 2016, la dinamica positiva per le esportazioni verso i mercati maturi, trainata dalle buone performance in Germania, Francia e Stati Uniti. Nella meccanica, ottime performance delle macchine per il legno di Rimini (+8,5%), grande crescita anche per l’ortofrutta romagnola, le cui esportazioni registrano un aumento considerevole pari al 13,8%. Tutti i distretti del sistema moda della regione mostrano segnali di ripresa: spicca, in particolare, l’abbigliamento di Rimini (+17%) grazie alle vendite in Russia, Polonia e Stati Uniti. Bene anche le calzature di San Mauro Pascoli. Segnali ancora negativi, invece, dal comparto dei mobili imbottiti di Forlì, in calo da tre trimestri consecutivi, che registra una contrazione di oltre il 6 per cento dovuta alla riduzione delle vendite in Francia e Cina.

Condividi.

Notizie correlate