RIMINI: Economia, segnali di ottimismo. Fatturato +5% – VIDEO

L'economia riminese inizia a dare alcuni segnali di ottimismo. Tuttavia l'andamento altalenante del mercato internazionale non permette ancora di avere certezze sulla fine della crisi. È quanto emerge dall'indagine congiunturale realizzata da Unindustria Rimini e riferita al consuntivo del secondo semestre del 2015, nonché alle previsioni del primo semestre 2016. Lo studio evidenzia, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, positività nei dati: il fatturato è aumentato del +5%, la produzione del 6,9 e l'occupazione del +3,7%. Occorre certamente considerare che la raccolta dei dati è avvenuta in un contesto di maggiore ottimismo tra le imprese rispetto alla situazione attuale: l'economia mondiale è entrata nel 2016 con meno slancio di quello previsto e mostra ulteriori segni di indebolimento come confermato recentemente dalla BCE che ha previsto per l'area euro un PIL, per quest'anno, del +1,4% rispetto al +1,7% precedente. Nonostante un miglioramento dell'andamento economico nel territorio di Rimini, si fa sentire ancora una forte crisi nel settore edilizio e in quello finanziario di cui l'alta volatilità delle borse, è una dimostrazione coniugata con una diminuzione di fiducia nelle banche dovuta alle normative europee appena recepite dall'Italia e cioè il “bail-in”. Quali le previsioni relative al primo semestre 2016? Esse continuano ad essere positive nelle indicazioni del campione di imprese che ha risposto all'indagine di Unindustria. Il dato relativo alle previsioni sulla produzione fa emergere il saldo di gran lunga più positivo degli ultimi anni (32,70%) fra chi la prevede in aumento e chi in diminuzione. Per ciò che concerne l'occupazione dovrebbe rimanere stazionaria per il 67,20% del campione, in crescita per il 23% e in calo per il 9,80%. 

Condividi.

Notizie correlate