RIMINI: Tasse “occulte”, nel 2016 la Provincia incasserà oltre 30 mln di euro – VIDEO

Boom delle entrate tributarie della provincia di Rimini. Questa, infatti, nel 2016 riscuoterà oltre 30 milioni di euro. Soprattutto da quelle tasse definite “occulte”, ossia poco conosciute come l'Ipt, imposta provinciale di trascrizione, l'imposta sulle assicurazioni e il tributo sull'ambiente. È quanto emerge dalla relazione tecnica di bilancio inerente quest'anno dell'ente di Corso d'Augusto. Nello specifico, per quanto riguarda la prima imposta, si paga con gli eventuali passaggi di proprietà dei veicoli a motore: qui la aliquota è stata già portata dalla Provincia al massimo ossia al 30% e con gli incassi si passerà dai 6 milioni di euro del 2013 ai 9 milioni del 2016. Denaro che non rimarrà sul territorio ma che verrà “devoluto” a Roma per pagare il contributo provinciale per la finanza pubblica, un debito che per Rimini ammonta a 21 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, l'imposta sulle assicurazioni Rc auto, questa rappresenta un salasso per le tasche dei cittadini visto che anche qui l'aliquota è stata portata al massimo, al 16%, capace di fare entrare ben 16 milioni di euro per il 2016. Tutti soldi che finiscono interamente nelle casse dello Stato. Infine, c'è il tributo sull'ambiente che è l'addizionale provinciale per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani la cui aliquota è decisa dalla Provincia di anno in anno: va da un minimo dell'1% fino a un massimo del 5%. Anche qui, essendo stata fissata al massimo, per quest'anno si prevede un grande incasso e cioè 4 milioni e 500 euro. Inutile dire che la pressione tributaria a Rimini da parte della provincia si attesta ai massimi livelli consentiti dalla legge. 

Condividi.

Notizie correlate