ROMAGNA: Frutta, notizie positive dai coltivatori – VIDEO

Dopo annate difficili finalmente una buona notizia per la frutta estiva – pesche e nettarine in primis. Complice una minore produzione anche all’estero, le quotazioni sono superiori a quelle delle ultime stagioni. I produttori, possono dunque tirare un sospiro di sollievo. «L’evoluzione quantitativa e qualitativa di pesche, nettarine, albicocche e susine ha fatto sì che la campagna estiva 2016 non sia stata disastrosa come le due precedenti», spiega Giancarlo Minguzzi, presidente di Fruitimprese Emilia Romagna, l’associazione che riunisce le grandi imprese private commerciali dell’ortofrutta della regione. I prezzi si attesteranno alla produzione fra i 70 cents e l’euro al kg. Stesso discorso sulle susine: qui l’attenzione sulla qualità è importante anche in considerazione del fatto che su questo articolo la Spagna ha molto investito negli ultimi anni. Sul fronte pesche e nettarine si è avuta anche una minore pressione da parte della Spagna nella parte iniziale della stagione. L’andamento stagionale del mese di settembre dirà una parola definitiva sul mercato, anche tenendo conto del maggiore numero di articoli offerti dalla Gdo come uva, pere e mele».  Il prodotto a marchio è «un’identità riconosciuta dal consumatore italiano e l’associazione tra pesca e nettarina e Romagna è automatica nell’immaginario dei consumatori. La penetrazione sul mercato è comunque molto lenta e necessita di grandi sforzi. E’ importante comunque avere nella gamma di offerta il prodotto Igp – conclude il presidente del Consorzio – che arricchisce la proposta delle aziende ed apre spazi di mercato».

 

Condividi.

Notizie correlate