EMILIA-ROMAGNA: Referendum, i dati sull’affluenza in Regione – VIDEO

34,7. E’ questo il dato percentuale degli aventi diritto che, nella giornata di ieri, si sono recati al voto in Emilia-Romagna per esprimere la propria opinione sulle concessioni date alle piattaforme petrolifere. Niente quorum, quindi, con il dato nazionale che si attesta ad un misero 32,1%, ben lontano da quel 50 che sarebbe servito a convalidare il referendum. Andiamo quindi ad analizzare i dati delle singole province romagnole, con quella di Rimini in testa alla classifica, forte del suo 34,6%, seguita a ruota da Forlì-Cesena, che si attesta sul 31,5. Interessante il dato della provincia di Ravenna, una delle città italiane con la più alta presenza di piattaforme petrolifere, dove evidentemente ha pesato il grande numero di cittadini impegnati nel settore chimico che, appoggiati dai sindacati, hanno disertato in massa le urne. Tanto che la percentuale dei votanti è stata una delle più basse a livello nazionale, attestandosi al 28.6%. “Era abbastanza prevedibile che non si raggiungesse il quorum – ha dichiarato al termine della giornata il Presidente della Regione Bonaccini – Parliamo di un quesito veramente marginale rispetto ai temi delle energie rinnovabili”. Presidente della Regione che ha deciso di disertare le urne e che, sulla polemica nata anche all’interno del proprio partito sull’invito all’astensione ha dichiarato che “In questo caso è stato uno strumento per evitare un danno al Paese. Se per il referendum è stato stabilito un quorum, significa che la scelta per l’astensione è del tutto legittima”

Condividi.

Notizie correlate