FORLÌ: Bilancio preventivo del Comune, via la Tasi sulla prima casa – VIDEO

Abolizione della Tasi sulla prima casa, blocco delle aliquote comunali su Irpef e Imu, riduzione dell’indebitamento e nuovi investimenti in tre anni per oltre 30 milioni di euro. E’ quanto contenuto dal bilancio preventivo per il 2016 del comune di Forlì. Prevista anche una riduzione del costo del personale stimato in circa 460 mila euro. Personale calato dai 739 dipendenti del 2013 ai 685 del 2015. La spesa complessiva del comune di Forlì sarà di 120 milioni e 556 mila euro, mentre le entrate previste ammontano a 127 milioni 760 mila euro, di cui 78,5 milioni provenienti dai tributi. Per quanto riguarda l’indebitamento l’amministrazione forlivese stima di scendere dagli attuali 98 milioni di euro a 88 milioni. Non sono previste riduzioni dei servizi, mentre, grazie ad un accordo con agenzia delle entrate e guardia di finanza, ci sarà una particolare attenzione ad evitare irregolarità sulle richieste di agevolazioni e contributi. Sul versante degli investimenti si prevedono principalmente completamenti di opere in corso: dal San Domenico, al Campus universitario, al mercato coperto. Previsti anche interventi sulle scuole, gli impianti sportivi e un nuovo appalto per il verde pubblico. Documento criticato dalle opposizioni che sottolineano come il bilancio 2016 non potrà eludere i rilievi mossi dalla

corte dei conti sul consuntivo 2013. Sottolineato anche come gl’investimenti siano modesti e il debito fuori bilancio da 1,4milioni di euro provocato dalle spese legali. Inoltre dall’opposizione arriva anche la critica a quello che viene giudicato lo scarso intervento dell’amministrazione sul costo del personale, che dovrebbe essere ulteriormente ridotto.

Condividi.

Notizie correlate