ROMAGNA: Il Senato boccia gli emendamenti presentati dai balneari – VIDEO

Doccia fredda sui bagnini. La commissione Bilancio del Senato ha dichiarato non ammissibili tutti i 14 emendamenti presentati dalle imprese balneari. Si tratta di modifiche proposte alla Legge di stabilità 2016 da Sib Confcommercio, Fiba Confesercenti, Oasi Confartigianato, Assobalneari Confindustria e Cna balneatori. Ora la parola passa alla Camera ma sarà una “missione impossibile” in quanto il governo chiederà la fiducia presentando un maxi emendamento. Le richieste cercavano di estendere le concessioni balneari fino al 2050 o a sdemanializzare gli stabilimenti. Torna l’incubo della bolkenstein, la direttiva europea in base alla quale dal 31 dicembre 2015 le spiagge saranno oggetto di un bando di evidenza pubblica con tanto di asta. E i bagnini storici? Mistero sulla loro sorte. Intanto è piovuto dal Senato anche un no decisivo sulla sospensione del pagamento dei canoni pertinenziali, considerato il problema più urgente. Non si sono fatte attendere le risposte dei balneari che hanno duramente criticato queste decisioni: oltre 200 imprese e famiglie rischiano di pagare canoni impossibili. Occhi puntanti sulla prima udienza della Corte di giustizia europea fissata al 3 dicembre che deciderà il futuro delle imprese balneari italiane. E’ li che si deciderà se mantenere il 2015 come scadenza delle concessioni o se accettare le condizioni del governo italiano che vorrebbero procrastinare tutto al 2020.

Condividi.

Notizie correlate