raffaella-sensoli.jpg

RIMINI: Statistiche reati, per il M5S “frutto della politica scellerata del PD”

“Il primato di Rimini come prima provincia d’Italia per reati denunciati nel 2015 è il risultato più evidente della politica scellerata messa in campo dal PD sul fronte della sicurezza e della programmazione turistica in questi anni. Primato in cui la città di Rimini gioca sicuramente un ruolo da protagonista”. È questo il commento di Raffaella Sensoli, consigliera regionale del M5S, riguardo alla classifica pubblicata oggi da Il Sole 24 Ore sui reati denunciati in Italia nel 2015. “Il primo posto di Rimini, anche davanti a province e città enormemente più grandi come Milano, è frutto soprattutto di una mancata politica di qualificazione del turismo – spiega Raffaella Sensoli – Un territorio che per quattro mesi si trasforma di fatto in una grande ed unica metropoli ma che della metropoli di certo non ha i servizi di controllo. In più c’è da sottolineare il paradosso del costo della vita visto che Rimini è diventata sempre più cara per chi ci vive ma molto economica turisticamente parlando. Il risultato di questa anomalia è che si aumenta l’afflusso di criminalità. Mentre Gnassi è impegnato a fare il ‘Signore del castello’ con Renzi, i cittadini hanno ormai paura di uscire di casa dopo il tramonto. Per non parlare del degrado urbano frutto dello sviluppo esponenziale registrato in pochi anni che ha prodotto colonie abbandonate che ospitano senzatetto e gente che vive alla giornata. Tutta la zona mare, che dovrebbe essere la foto della città, è ferma agli anni ’70. D’altra parte anche il consigliere del PD Pruccoli, nell’ultimo Consiglio regionale, quando si è parlato del TRC ha affermato che in quella zona non c’è niente di bello. Questa è l’idea di città e di territorio che il PD vorrebbe promuovere”.    

Condividi.

Notizie correlate